Nella suggestiva cornice di Villa Bruno, situata a San Giorgio a Cremano (NA), si è tenuto il workshop “Analisi dei rischi, Ecm, Certificazione del personale: un sistema integrato che sta cambiando (o ha cambiato) il settore ferroviario”, organizzato dall’Associazione Manutenzione Trasporti (Man.Tra) e dalla società di formazione, consulenza ed ingegneria A.C. Train.

Professionisti provenienti dall’intera filiera della manutenzione e della sicurezza ferroviaria si sono riuniti per approfondire e fare il punto della situazione su un settore già pienamente strutturato, ma che si trova oggi in una fase di delicata transizione, che è sia normativa che procedurale. L’appuntamento ha fornito pertanto un’importante occasione per scambiare conoscenze, know-how e strategie per affrontare le innovazioni gestionali del settore.

Tra i rappresentanti delle varie associazioni presenti che hanno inaugurato i lavori: Dott. Giuseppe Simeoli, consigliere di A.C. Train; l’ingegnere Alessandro Sasso, presidente di Man.Tra; ing. Bruno Sasso, rappresentante AIMAN; ing.Maria Ariante, rappresentante Anie-Assife. Presente anche il vice sindaco di San Giorgio a Cremano Dott. Giovanni Marino.

Nel corso della giornata si sono succeduti gli interventi di diversi relatori: “La correlazione tra ECM, certificazione del personale ed Analisi dei rischi: il quadro normativo di riferimento e i supporti disponibili” dell’ing. Daniele Fabbroni (vice presidente MANTRA); “L’analisi dei rischi nella manutenzione di veicoli ferroviari, il punto di vista di un ECM e costruttore” dell’ing. Gianni Ferrero (ALSTOM); “L’analisi dei rischi applicata alla manutenzione di un’impresa ferroviaria” dell’ing. Aniello Calabrese (NTV); “Le opportunità di miglioramento dei processi di manutenzione forniti dall’ analisi dei rischi: il punto di vista di un VIS” dell’ing. Giacomo Piromallo (Istituto Italiano della Saldatura); “La nuova ISO 9001: 2015 – l’impatto sui sistemi di gestione delle aziende del settore ferroviario” della dott.ssa Carmen Mauri e della dott.ssa Rosa di Micco (AC TRAIN); “La formazione delle figure di gestione e controllo del processo di manutenzione: quali prospettive?”, dell’ing. Alessandro Sasso (MOVEO); “I lavori del comitato tecnico ASSIFER-MANTRA per il 2016 sul decreto 04/12: presentazione delle attività dei risultati delle prospettive future” dell’ing. Massimo Cuni (ALSTOM); “La flessibilità al servizio del Ferroviario” della dott.ssa Nietta Novielli (Generazione Vincente);  “Metodologia di esecuzione degli audit sul sistema di gestione delle competenze e sui requisiti del decreto 04/12“ dell’ing. Maria Ariante (HITACHI RAIL); “Quali sono le norme applicabili al settore della manutenzione ferroviaria e quali i lavori futuri” dell’ ing. Bruno Sasso (AIMAN).

San Giorgio a C. ( Na) 14 dicembre 2016 Workshop organizzato da Man.Tra Ac Train e Apericena al museo ferroviario di Pietrarsa Copyright agenzia stampa : Fotografia e comunicazione di Stefano Renna Ph: S, Renna / R.De Maddi

Tra gli argomenti principali affrontati nei vari interventi del workshop particolare rilevanza è stata data al rapporto tra analisi dei rischi ed ECM (Entity in Charge of Manteinance), vale a dire la certificazione che attesta la competenza nella gestione della manutenzione ferroviaria. Quest’ultima, riconosciuta da una direttiva europea e attualmente obbligatoria soltanto nel settore del trasporto merci, è tuttavia fondamentale per individuare responsabilità e garantire le capacità nei servizi offerti alle compagnie anche nel trasporto passeggeri. L’ECM, infatti, richiede una struttura funzionale, un’ingegneria della manutenzione specializzata e dunque risorse altamente qualificate. Prerequisiti di cui molte aziende di settore, già attive da tempo, sono dotate e attraverso i quali operano quotidianamente. L’analisi dei rischi, dal canto suo, impone una valutazione e un monitoraggio costante della rete ferroviaria o, per dirla come l’ing. Daniele Fabbroni, vice presidente di Man.Tra, una vera e propria forma mentis il cui obiettivo finale è sempre la “incidentalità nulla”.

Il settore ferroviario, d’altronde, si prepara a diventare un nuovo polo d’eccellenza del nostro paese, nonostante le criticità che ancora si presentano in alcuni frangenti. La formazione all’interno di questo settore, di cui si fa promotore in particolare la rete Moveo (nata dalla sinergia tra l’agenzia Generazione Vincente e il consorzio A.C.Train), diventa pertanto l’asse strategico su cui investire nei prossimi anni per diffondere consapevolezza tra i vari soggetti, oltre che un mezzo per raggiungere il vantaggio competitivo.

Una giornata molto ricca che si è conclusa con un’interessante visita guidata al Museo di Pietrarsa, fiore all’occhiello della regione, e un apericena offerto dal consorzio AC Train.

San Giorgio a C. ( Na) 14 dicembre 2016 Workshop organizzato da Man.Tra Ac Train e Apericena al museo ferroviario di Pietrarsa Copyright agenzia stampa : Fotografia e comunicazione di Stefano Renna Ph: S, Renna / R.De Maddi

 

San Giorgio a C. ( Na) 14 dicembre 2016
Workshop organizzato da Man.Tra Ac Train e Apericena al museo ferroviario di Pietrarsa
Copyright agenzia stampa :
Fotografia e comunicazione di Stefano Renna
Ph: S, Renna / R.De Maddi